Le cose da sapere sulla politica italiana per mercoledì 25 gennaio

L’elezione del vicepresidente del Csm e le altre notizie principali di mercoledì 25 gennaio 2023
ANSA
ANSA

L’avvocato Fabio Pinelli è stato eletto vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura.

Dopo la nomina Pinelli, che è stato indicato dalla Lega come membro laico (cioè non magistrato) del Csm, ha detto che ora servono «scelte condivise e meditate». L’elezione è arrivata al terzo scrutinio, quando era sufficiente la maggioranza relativa dei voti (Corriere della sera).

Nel vertice di maggioranza di ieri il governo ha scelto di prendere tempo sulla messa a gara delle concessioni balneari.

Verrà posticipata di tre o quattro mesi, ossia da fine febbraio alla fine della primavera, la scadenza con cui il governo dovrà esercitare la delega data dal Parlamento per riformare il settore delle concessioni. Il termine per la messa a gara delle concessioni, fissata da un sentenza del Consiglio di Stato al 31 dicembre 2023, per il momento non cambia (Il Sole 24 Ore). 

La Camera dei deputati ha approvato all’unanimità il disegno di legge sul cosiddetto “equo compenso” per i liberi professionisti.

L’obiettivo del testo, che ora passa all’esame del Senato, è stabilire un compenso proporzionato al servizio e ai costi sostenuti dai professionisti per evitare che le grandi imprese possano imporre condizioni di lavoro sfavorevoli ai liberi professionisti stessi (Italia Oggi).

Il Senato ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto “Ischia”.

Tra le altre cose il provvedimento ha sospeso fino alla fine di giugno il pagamento delle tasse per i residenti nei comuni colpiti dalla frana causata dalle forti piogge del 26 novembre scorso (Ansa).

Il ministro della Difesa Guido Crosetto ha illustrato in Parlamento le linee programmatiche del suo ministero.

«L’aiuto che abbiamo dato in questi mesi all’Ucraina ci impone di ripristinare le scorte che servono per la difesa nazionale», ha dichiarato tra le altre cose Crosetto in audizione alle commissioni riunite della Difesa della Camera e degli Affari esteri e difesa del Senato (Repubblica).

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli